News

Qui troverete alcune notizie ed informazioni utili sulle Vostre destinazioni da sogno!

Le 10 città da visitare in autunno: MONACO DI BAVIERA!

Le 10 città da visitare in autunno: MONACO DI BAVIERA!

12/11/18

Monaco è una città fantastica che ti incanta in un secondo... é una città moderna ma fusa con le proprie tradizioni che presenta ancora quartieri vecchi.

 

COSE DA VEDERE ASSOLUTAMENTE

 

Marienplatz

Marienplatz è la principale piazza di Monaco ed ha sempre avuto una spiccata vocazione mercatale che oggi rivive durante il periodo natalizio col Cristkindlmarkt (il Mercatino di Gesù Bambino) famoso per gli stand in legno che occupano per intero la piazza. Tutt’attorno la piazza ci sono alcuni tra i principali edifici storici della città. Due su tutti: l’Altes Rathaus (Municipio Vecchio) e il Neue Rathaus (Municipio Nuovo) famoso, tra le altre cose, per il carillon di Glockenspiel. Da vedere anche la stazione metropolitana di Marienplatz. Costruita negli anni ’70 del secolo scorso è un vero e proprio gioiello sia da un punto di vista logistico che commerciale.

 

Carillon di Glockenspiel

Nella torre dell’orologio del Municipio a Marienplatz è collocato il carillon di Glockenspiel, uno più famosi, se non addirittura il più famoso al mondo. 43 campane e 32 statue che suonano e si muovono due volte al giorno d’inverno e tre d’estate. Due anche le storie rappresentate, entrambe risalenti al XVI secolo: la prima è il matrimonio di Guglielmo V con Renata di Lorena; la seconda, invece, è la “Danza dei Bottai” (Schefflertanz), una danza rituale che saluta la sconfitta della terribile epidemia di peste che colpì Monaco nel 1517. Non è finita, perché la torre che ospita il complesso congegno è a sua volta visitabile.

 

Hofbräuhaus

Più che un birrificio, Hofbräuhaus è un tempio dello stile di vita bavarese. La birra,infatti, per gli abitanti di Monaco non è una semplice bevanda alcolica ma è da sempre l’occasione per fare e sentirsi comunità. Non a caso, la fabbrica venne fatta costruire da Guglielmo V per evitare di dover comprare altrove la birra per l’esercito.

 

Giardino Inglese

Una volta a Monaco, guai a saltare la visita al Giardino Inglese (Englisher Garten), tra i più grandi parchi pubblici al mondo. Un’enorme distesa di verde che spiega meglio di tante parole l’elevata qualità della vita cittadina. Al suo interno, troviamo il lago di Kleinhesselohe, una delle attrazioni principali del parco. Un parco frequentato d’estate e d’inverno, col sole e con la neve, da migliaia di turisti e residenti. Da vedere, la Torre Cinese (Chinesischer Turm) e il Monopteros, piccolo tempio in stile greco-romano da cui si gode una splendida vista del centro di Monaco.

 

Alte Pinakotek

Nel quartiere “Kunstreal” si trova il museo co maggior prestigio e fama internazionale di tutta la città: l'”Alte Pinakotek” o “Vecchia Pinacoteca”. Vi sono custoditi molti dei più grandi capolavori della pittura europea dal XIV al XVIII secolo. Vi sono costudite opere di Botticelli, il Ghirlandaio,Lippi, Beato Angelico e altri stimati artisti italiani. Vi è anche una collezione che comprende dipinti olandesi e fiamminghi e inoltre Giotto, Botticelli, Raffaello, Tiziano e Rembrandt.

 

Residenz

Da visitare assolutamente è il Residenz di Monaco di Baviera, uno dei palazzi reali più belli al mondo con una tale concentrazione di stili architettonici e opere d’arte da non temere confronti. Si va infatti dallo stile rinascimentale tedesco all’architettura palladiana, a quella fiorentina, senza dimenticare i richiami al barocco e al roccocò.

 

Castello di Nymphenburg

Il Castello di Nymphenburg era la dimora estiva della famiglia reale. Al pari del Palazzo Reale, nelle sale, negli arredi e nelle opere d’arte del Castello di Nymphenburg sono rintracciabili diversi stili dal barocco fino al classicismo.

 

Museo BMW

Se volete visitare qualcosa di più particolare, noi vi consigliamo questo museo. Il Museo BMW non celebra solo il passato: oltre alle macchine storiche, infatti, nelle sale della struttura vengono esposti anche i diversi prototipi in fase di sviluppo e progettazione. A fianco il museo, sorge la “Torre”, il grattacielo quartier generale della casa automobilistica.

Le 10 città da visitare in autunno: ROMA!

Le 10 città da visitare in autunno: ROMA!

5/11/18

Roma, la nostra bella capitale, viene definita la "città eterna" in quanto chi si reca viene rapito dalla sua bellezza.

Roma è una città ricca di storia, opere artistiche, architettoniche e religiose di grande valore e ogni angolo è magico, ogni via è speciale

 

COSE DA VEDERE

 

Colosseo

Questo anfiteatro poteva contenere 60.000 spettatori, una cifra maestosa se rapportata all'epoca. Vi si svolgevano combattimenti tra gladiatori e bestie. Dopo 2.000 anni è ancora utilizzato anche per concerti gratuiti organizzati da star del pop mondiale.

 

Basilica di San Pietro

Simbolo del cattolicesimo, è la più grande chiesa del mondo. Il primo edificio fu voluto nel IV sec. dall’imperatore Costantino sul luogo dove era stato sepolto San Pietro, martirizzato all’epoca di Nerone. La costruzione dell’attuale basilica iniziò nel 1506 sotto Papa Giulio II.

 

Fontana di Trevi

Quando vedrete la Fontana di Trevi, ricordatevi di lanciare una monetina dando le spalle alla fontana: vi assicurerà di tornare a Roma. La fontana è tra i monumenti più romantici e visitati, un fascino da Dolce Vita reso immortale dal film di Fellini.

 

Fori Imperiali

Rappresentano uno dei luoghi turistici più importanti della capitale e del mondo intero. Essi erano, nell'Antica Roma Imperiale, il luogo principale della vita pubblica e privata. Grazie alla loro visita è possibile tornare indietro nel tempo, all'epoca più gloriosa della Caput Mundi.

 

Pantheon

Venne fatto costruire dall'Imperatore Adriano nel II secolo d.C. La caratteristica è la cupola, con un occhio centrale di 9 metri di diametro, che permette di guardare il cielo stando all’interno dell’edificio. Leggenda vuole che all'interno del Pantheon, nonostante l'apertura, non possa entrare acqua in caso di pioggia.

 

Castel Sant’Angelo

Fu la tomba dell’imperatore Adriano e della sua famiglia. Il suo uso si è radicalmente modificato nel corso dei secoli, passando da monumento funerario ad avamposto fortificato, da carcere a dimora rinascimentale. Fino al 1925, quando fu istituito il Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo, ricco di armi, ceramiche, quadri e culture.

 

Basilica dei SS. Pietro e Paolo

È stata eretta sul luogo dell'Arciconfraternita dei Pellegrini; il luogo è stato consacrato ai Santi Pietro e Paolo a partire dal 1966. La Basilica ha pianta a croce greca con corpo centrale a forma di cubo e terminazione a cupola.

Le 10 città da visitare in autunno: COPENAGHEN!

Le 10 città da visitare in autunno: COPENAGHEN!

23/10/18

Copenaghen, capitale della Danimarca, è considerata la capitale più accogliente del nord Europa, quella più mediterranea.

Il simbolo di Copenaghen è inevitabilmente la Sirenetta, la statua che si trova all’ingresso del porto e tratta dalla favola di Andersen. La caratteristica saliente di Copenaghen, è quella di essere contraddistinta da meravigliosi castelli.

Tra questi ci sono soprattutto il Castello di Amaliemborg, residenza dei Reali danesi. Inoltre meritano una visita approfondita il Castello di Rosenborg e il Kronborg Castle, entrambi di stile rinascimentale.

Copenaghen è famosa anche per i suoi musei, come l’ARKEN ovvero il Museo d'arte moderna, dalla caratteristica forma di nave e situato a sud della città. Il Louisiana Museum of Modern Art è il museo d'arte più visitato della Danimarca; meritano anche la Ny Carlsberg Glyptotek e il Danish Design Centre che segnala il legame tra la capitale danese e il design.

Altri punti interessanti della capitale danese sono l’elaboratissima Fontana di Gefion che raffigura la leggenda della nascita dell’isola su cui si trova Copenaghen, ed il quartiere Christania, che si distingue per i suoi murales e per le sue sculture all’aperto. Strøget è un'isola pedonale situata nel centro storico della città, perfetto per gli amanti dello shopping: lungo la strada principale c’è un'infinità di negozi, grandi magazzini e boutique delle grandi marche della moda.

La vita notturna in città inizia tardi, Copenaghen offre tantissimi locali di ogni genere soprattutto nella zona centrale di Vesterbro. Nella zona di Strøget si possono incontrare, durante il weekend, tantissime persone che vogliono far festa sino all’alba. Inoltre, nella zona dei Giardini di Tivoli sono presenti molti jazz club.

Se volete provare qualcosa di tipico non dovete mancare di assaggiare uno Smorrebrod, il tipico panino danese, reperibile dappertutto, ma in maggior modo nella zona del Vecchio Porto Nyhaven. Tra le tante ottime birre, spiccano le rinomate Carlsberg e Tuborg.

Per chi ama la natura, Copenaghen e la regione circostante, hanno tre spiagge sabbiose e selvagge che distano 30 minuti di bicicletta dal centro della città. Inoltre, non si può andare via dalla città senza aver passeggiato per l’ Orto botanico di Copenaghen. Altra attrazione da non perdere è quella dei Tivoli Gardens, che ospitano al proprio interno un parco divertimenti per grandi e bambini.

Le 10 città da visitare in autunno: TALLINN!

Le 10 città da visitare in autunno: TALLINN!

15/10/18

Tallinn è la capitale politica e culturale dell’Estonia. E' tra le più settentrionali capitali europee continentali e la presenza del Baltico rende il clima non eccessivamente rigido.
Nell'anno 2011 è stata Capitale Europea della cultura, e la sua Città Vecchia medioevale è diventata patrimonio dell'umanità dell'UNESCO. 
La cucina estone è molto influenzata dalle abitudini culinarie dei paesi vicini come la Danimarca, la Polonia, e la Russia, i tre alimenti principali sono il pane di segale, le aringhe salate e il maiale arrosto, da non perdere i dolci tra i più famosi il kissel, il curd e il kama con cerali misti latte e zucchero. 
La bevanda più apprezzata è la birra di malto, altra bevanda molto famosa è il Kali, ovvero una birra che non ha subito il processo di fermentazione.

 

COSE DA VEDERE ASSOLUTAMENTE

Il Municipio

Il Municipio di Tallinn (Raedoka) con l’omonima piazza (Raekoja Plats) è il cuore della Città Vecchia della capitale Estone. Non solo è il palazzo civile più antico di Tallinn ma anche l’unico in stile gotico in tutto il Nord Europa. Costruito nel 1248 gli fu aggiunta la torre ottagonale nel 1627, in cima alla quale fa bella mostra di sé Vana Toomas (Vecchio Tommaso), guardiano del Municipio e della città. Oggi il Municipio di Tallinn non svolge più alcun ruolo politico-amministrativo ma ospita ricevimenti, cerimonie e un museo in cui si racconta la storia della città.

 

La Città Vecchia

Dal 1200 al 1500 Tallinn è stata un fiorente centro commerciale di cui si trova testimonianza soprattutto nella Città Vecchia. Chiese, palazzi, sedi della confraternite, nomi delle strade, sono rimaste praticamente intatte, come quando ogni commercio con i mari del Nord passava necessariamente da qui. Passaggio obbligato di chi visita la Città Vecchia è il Municipio che si trova nell’omonima piazza, l’edificio più bello e importante di Tallinn. Poco distante c’è la Chiesa dello Spirito Santo (Pühavaimu kirik) del XIV secolo con una torre ottagonale che ospita una campana del 1433, la più antica dell’Estonia. All’interno da non perdere il Trittico dell’altare di Bernt Notke. La Città Vecchià è circondata da quasi 2 km di mura con 16 delle 46 torri che difendevano la città. Oggi molte di queste sono state trasformate in hotel, bar e ristoranti da cui si ammira una bella vista sui tetti della capitale.

 

Il Kadriorg

Lo Zar “Pietro il Grande” doveva amare molto sua moglie Caterina per farle dono del Kadriorg (“Valle di Caterina” in estone), un magnifico parco con annesso Palazzo appena fuori dalla Città Vecchia di Tallinn. Nell’elegante dimora bianca e rossa ispirata alle ville italiane del ‘700, lo Zar e la moglie passavano le loro estati subito dopo la conquista dell’Estonia da parte dei russi. Dopo aver svolto nei secoli diverse funzioni, essere stato chiuso e ristrutturato più volte, ogg il il Kadriorg ospita due musei: quello di Arte Straniera (dipinti italiani, russi, tedeschi, olandesi e fiamminghi) e il KUMU, Museo d’Arte nazionale, che ospita la più grande collezione di arte estone del Paese. La visita ai musei permette di passare attraverso le magnifiche sale del palazzo tra cui spicca la Grande Sala con il soffitto decorato interamente intorno al tema delle Metamorfosi di Ovidio.

 

La Basilica di San Nicola

Non molto distante dalla piazza della Città Vecchia c’è uno dei luoghi di culto più antichi di Tallinn, la Basilica dedicata a San Nicola di Bari. Oggi la chiesa in stile ortodossa è conosciuta più come museo di arte religiosa e auditorium dall’acustica perfetta in cui si svolgono concerti di musica classica. Nel museo sono da non perdere la pala dell’altare maggiore (XV secolo) del maestro di Lubecca, la pala tardo-gotica dedicata a Santa Maria, e, soprattutto, la “Danza macabra” di Bernt Notke.

 

La Chiesa Ortodossa

Gli abitanti della capitale estone non amano particolarmente questa cattedrale dedicata a San Alexander Nevsky Yaroslav. Dall’alto della Collina di Toompea, la chiesa domina Tallinn, come vollero i russi che la costruirono proprio dove si trovava la statua di Martin Lutero. Se siete fortunati a passare di lì poco prima di una messa potrete ascoltare le 11 campane suonare perfettamente all’unisono.

 

Via Vene e Pikk Tanav

Tallinn ha un centro storico piccolo e anche senza volerlo vi ritroverete a passare più volte per le due strade più famose della capitale: la Pikk Tanav e la Vene. Lungo la Pikk Tanava, che scende dalla collina di Toompea verso la parte bassa della Città Vecchia, si incontrano i palazzi che ospitavano le Gilde, le corporazioni in cui si raccoglievano i mercanti cittadini. Da non perdere la Gilda maggiore (Numero 17) e un po’ più avanti quella di S. Olaf (N. 24), la più antica della città, e l’edificio rinascimentale della Casa delle Teste Nere, che prende il nome dal suo protettore San Maurizio, moro convertitosi al cristianesimo e per questo perseguitato. Al numero 71 c’è l’edificio più bello, un complesso gotico conosciuto come le Tre Sorelle. Da non perdere anche la chiesa di San Olav, all’incrocio con la via Lai. L’altra strada più famosa è la via Vene, con il passaggio di Santa Caterina, una piccola strada ad arcate fiancheggiata da antichi edifici e botteghe artigianali.

 

La Collina Toompea

Se volete godervi una bella vista sui tetti della Città Vecchia di Tallinn è obbligatoria una salita verso la Collina di Toompea, luogo mitico dell’Estonia, secondo la leggenda costruito pietra su pietra dalla principessa Linda per seppellire il suo eroico condottiero Kalev. Potete arrivarci con due vie: la Pikk Jalg (Gamba lunga), una rampa protetta da mura e difesa da una porta fortificata o con le scale in pietra della Luhike Jalg (Gamba corta). Arrivati in cima e ripreso fiato potete visitare quel che resta del Castello, la Cattedrale Ortodossa Alexander Nevsky e la Toomkirik, la chiesa più antica dell’Estonia che dà il nome alla collina. Da sempre centro politico del paese baltico, oggi la collina ospita il palazzo del Parlamento e del Governo.

 

Le Torri di Difesa

Delle mura (quasi intatte) che difendevano Tallinn, sono rimaste una ventina di torri, quasi tutte adibite a ristoranti, hotel, musei e altre destinazioni. Le due più famose sono “Margherita la Grassa” (Paks Margareeta) e la “Sbircia in cucina” (Kiek in de kök). La prima prende il nome dalla forma tozza dovuta allo spessore delle pareti di quasi 5 metri. La seconda alla sua altezza che permetteva alle guardie di sbirciare nelle case degli abitanti di Tallinn controllandoli a distanza. Un posto d’onore vanta anche “Ermanno il Lungo“, che dall’alto della collina di Toompea ha il compito e l’onore di far sventolare la bandiera estone.

Le 10 città da visitare in autunno: EDIMBURGO!

Le 10 città da visitare in autunno: EDIMBURGO!

8/10/18

Il Castello

Quello di Edimburgo è uno dei castelli più famosi della Scozia, da cui si gode uno dei panorami più belli di tutta la città. La storica fortezza sorge su una collina vulcanica (Castle Hill) ed è stata costruita a più riprese: la parte più antica del castello, St Margaret’s Chapel, risale al XII secolo, la Sala Grande è stata edificata da James IV nel 1510, la Batteria della Mezza Luna (il bastione semicircolare che dà al castello il suo profilo unico) da Regent Morton nel tardo XVI secolo e la Scottish National War Memorial è stata eretta dopo la Prima Guerra Mondiale. Attraversate il ponte levatoio che vi condurrà agli Honours of Scotland (Gioielli della Corona), tra le più datate insegne reali d’Europa, e alla leggendaria Pietra del Destino, sulla quale sono stati incoronati tutti i reali scozzesi. Se siete da questi parti, in un qualunque giorno della settimana esclusa la domenica, alle 13:00 in punto, sentirete l’eco di un’esplosione ma niente paura! Si tratta del cannone a salve (One O’ Clock Gun) che risuona dalla Mill’s Mount Battery. In passato, il colpo serviva per segnalare l’orario alle imbarcazioni nelle Stretto di Forth, con il tempo è diventato una tradizione cittadina che, a detta dei turisti, piace molto. Oltre ad essere il monumento simbolo della nazione, il castello è anche il fantastico scenario della spettacolare parata militare Military Tattoo, oltre che l’inquietante ambientazione di una delle avventure di Harry Potter, il maghetto dell’omonimo romanzo di J.K. Rowling.

 

Il Palazzo di Holyroodhouse

Il palazzo di Holyroodhouse, residenza ufficiale in Scozia della regina Elisabetta, si trova alla fine della strada medievale tutta fatta di ciottoli, chiamata Royal Mile, ovvero “Chilometro reale”. Il palazzo custodisce al suo interno segreti oscuri e inconfessabili: fra le sue mura Maria Stuarda, regina di Scozia, incinta di qualche mese, ha assistito all’assassinio del suo segretario italiano David Rizzio, commissionato dal suo secondo marito, il geloso Lord Darnley. Nel palazzo troverete numerosi effetti personali della regina che risalgono al periodo in cui venne incarcerata, prima della sua morte improvvisa. Attualmente gli appartamenti di Stato hanno abbandonato il loro aspetto tetro e tenebroso per ospitare regolarmente la Regina e altri membri della Famiglia Reale per cerimonie e ricevimenti ufficiali.

 

Lo Scotch Whisky Heritage Centre

Siete appassionati di scotch e vi incuriosisce la storia del famoso whisky scozzese? NelloScotch Whisky Heritage Centre ripercorrerete i 300 anni di storia della produzione di questo celebre liquore attraverso percorsi audiovisivi e una gustosa degustazione di ogni tipo di whisky. Nella distilleria dello Scotch Whisky Heritage Centre non solo potrete ascoltare tutti i segreti della lavorazione del liquore dalla voce di guide preparate, ma con l’aiuto di bravi intenditori di whisky imparerete a distinguere i Grain Whisky (whisky di grano) dai Malt Whisky (whisky al malto). Dopo il tour allo Scotch Whisky Heritage Centre l'”acqua della vita”, così chiamano il whisky da queste parti, non avrà più segreti per voi.

 

Il Parlamento scozzese

Dopo un vuoto durato quasi 300 anni, finalmente la Scozia ha riavuto il proprio Parlamento, che attualmente si trova in un edificio dall’estetica discutibile. Il palazzo del vecchio parlamento è stato occupato dal Palazzo di Giustizia e quindi era doveroso attribuire una nuova e degna sede al primo parlamento scozzese dal 1707. Il parlamento di Holyrood si trova in una moderna struttura in acciaio, granito e quercia che si erige ai piedi del Royal Mile: l’edifico ha un design molto innovativo che sembra fare riferimento al ricco patrimonio culturale e naturale della Scozia. All’interno del Parlamento scozzese si discutono molte questioni importanti e non mancano neanche le polemiche, non solo tra gli uomini politici ma anche tra i visitatori che hanno mostrano qualche dubbio sulla reale bellezza del palazzo.

 

Il Museo degli Scrittori e il Makars' Court

Come poteva la Città della letteratura, così come l’ha definita l’UNESCO, non avere un museo interamente dedicato a tre dei più celebri scrittori scozzesi? Il Museo degli Scrittori a Edimburgo è la dimora di manoscritti, ritratti e ricordi personali di tre grandi scrittori scozzesi: Sir Walter Scott, l’inventore del moderno romanzo storico, Robert Burns, una delle figure più famose della storia della letteratura scozzese, e Robert Louis Stevenson, autore del famosissimo “Lo strano caso del Dr. Jeckyll e Mr. Hyde”. Il museo però non è poi così elitario perché, con immenso piacere dei visitatori, accoglie anche mostre temporanee dedicate ad altri importanti scrittori scozzesi contemporanei e del passato. La bellezza della visita continua anche fuori al museo, precisamente nel cortile medievale Makars’ Court, dove ci sono delle lastre di pietra su cui sono incise alcune delle citazioni dei più illustri autori scozzesi dal XIV secolo ad oggi: divertitevi a cercare la frase che preferite e in cui vi immedesimate di più!

 

Le Gallerie Nazionali Scozzesi

La varietà delle cinque Gallerie nazionali scozzesi, che si trovano in diversi angoli della città di Edimburgo, soddisferanno tutte le vostre “esigenze artistiche”. Se amate i capolavori di pittori europei e internazionali non dovete perdere la National Gallery of Scotland che, in collaborazione con la limitrofa Royal Scottish Academy, accoglie importanti collezioni artistiche di Tiziano, Monet, Gauguin e altri ancora. Chi invece è interessato agli ultimi 500 anni di storia scozzese ripercorsi attraverso dei bellissimi ritratti, dovrà farsi un giro alla Scottish National Portrait Gallery: qui troverete tutti i personaggi più significativi della Scozia, da Robert Burns fino al mitico Sean Connery. Se invece vi piace tutto ciò che è moderno, le gallerie che fanno per voi sono la Scottish National Gallery of Modern Art, dove persino l’erba del prato è un’opera d’arte, e la Dean Gallery, che si trova proprio di fronte.

 

La Cattedrale di St.Giles

Grigia, severa e rigorosa. E’ così che si presenta la storica Cattedrale della città in stile gotico, anche conosciuta come High Kirk of Edinburgh. Le origini di St. Giles risalgono al XII secolo ma l’edificio visibile oggi risale al Quattrocento così come la bella cuspide coronata della sua torre centrale. Considerata la culla del Presbiterianesimo scozzese, la fama della chiesa intitolata al patrono della città è legata al riformatore calvinista John Knox che ne fu il pastore tra il 1560 e il 1572.  All’interno spiccano le coloratissime vetrate e la Cappella del Cardo (Thistle Chapel) costruita con legni e pietre raffinati nel 1911 per i Cavalieri dell’antichissimo e nobilissimo ordine del Cardo.

Le 10 città da visitare in autunno: AMSTERDAM!

Le 10 città da visitare in autunno: AMSTERDAM!

1/10/18

Amsterdam è la città in cui tutti vorrebbero vivere, giovane, multietnica con possibilità infinite di divertimento!

Amsterdam è una città bellissima, ricca di cose da vedere e di attività da svolgere all'aria aperta. Non si può andare ad Amsterdam senza progettare una bella gita fuori porta in bicicletta ed è per questo motivo che è una città visitabile tutto l’anno; i mesi estivi sono quelli più affascinanti visto che tra i mesi di aprile e maggio fioriscono i meravigliosi narcisi e tulipani e l’estate è ottima per passeggiare tra i canali. 

Amsterdam è posta alla confluenza del fiume Amstel ed è la capitale del Regno dei Paesi Bassi. E' una città multietnica ed è il principale centro economico, finanziario e turistico della nazione ed è conosciuta in tutto il mondo per la lavorazione e l’esportazione dei diamanti. 

Un cibo particolarmente caro agli olandesi è l’aringa cruda ma molto di moda sono ormai gli street food e il kebab. La birra ad Amsterdam è un vero e proprio rito (qui sorge tra l'altro la sede dell'Heineken); scovare i diversi beershop è un vero divertimento. Ce ne sono moltissimi in città.

 

POSTI ED ATTRATIVE DA VEDERE

Il Museo di van Gogh

E’ l’unico luogo al mondo con una così copiosa e prestigiosa collezione di opere di Vincent van Gogh: la visita vale il viaggio! Il celebre pittore olandese, noto anche per i tragici eventi della sua vita, viene presentato attraverso i suoi capolavori e testimonianze autentiche della sua esistenza. Di alto livello anche le mostre temporanee, periodicamente organizzate.

 

I mulini a vento

Oltre a canali, castelli e mura antiche, i mulini a vento restituiscono un’immagine tradizionale dell’Olanda. Anche a breve distanza da Amsterdam, se ne possono vedere alcuni: da non perdere a maggio il panorama dei tulipani in fiore con il lieve moto delle pale sullo sfondo.

 

Le biciclette e le piste ciclabili

Il legame degli olandesi con le biciclette è indissolubile e non c’è consiglio migliore che affittare una bici ad Amsterdam. Grazie all’efficiente rete di piste ciclabili ed allo sviluppo in piano del centro città, pedalare è certamente il modo migliore per cogliere lo spirito della città e girarla in sicurezza.

 

I magici canali di Amsterdam

I canali di Amsterdam, iscritti dal 2010 nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco , sono stati progettati nel XII secolo: questa importante opera ingegneristica ha reso possibile lo sviluppo del centro urbano e fiorenti commerci. Ancora oggi sono utilizzati per il trasporto delle merce e dai turisti: salite su un “canal bus” ed emozionati alla vista della città da un’altra prospettiva! Forme e colori della sua architettura vi stupiranno. Ottima anche l’idea di affittare una house boat per tutta la durata della vacanza ad Amsterdam!

 

Il Rijksmuseum

La collezione del museo più importante d’Olanda è di grandissimo interesse. Al suo interno sono conservate opere fondamentali dell’arte fiamminga ed asiatica. Tra i capolavori esposti si segnalano “La lattaia” di Vermeer e “La ronda di notte” di Rembrandt.

 

La piazza Dam ed i suoi palazzi

Proprio come in molte città europee, i principali edifici di Amsterdam sono racchiusi in un’animata piazza. Piazza Dam venne edificata sulla prima delle dighe lungo l’Amstel ed è il cuore pulsante della capitale. Qui si trovano pregevoli esempi di architettura barocca come il Municipio, meglio noto come Palazzo Reale. I preziosi interni, cui lavorarono importanti maestranze, meritano la visita.

 

La casa di Anna Frank

Prima della deportazione nei campi di concentramento, per due anni, Anna Frank e la sua famiglia condivisero questo casa con un’altra famiglia ebrea. Nel 1960 l’intero stabile è diventato un museo unico: durante la visita, la vita della ragazzina autrice del più celebre diario del mondo si intreccia con le testimonianze storiche del dramma degli ebrei olandesi. E’ certamente uno dei luoghi più suggestivi (e toccanti) in cui vi imbatterete ad Amsterdam.

 

Il Vondelpark

E’ il parco pubblico più famoso e più frequentato d'Olanda, vero polmone d’ossigeno della “ Venezia del nord ”. Aperto nel 1865, occupa un’area di circa 48 ettari ed è il luogo prediletto per dedicarsi allo sport, al gioco, al relax ed a bagni di sole! In primavera ed estate il programma delle iniziative proposte è molto denso e non è difficile scorgere gli animali che lo popolano, come scoiattoli ed anatre.

 

Il quartiere a luci rosse, i coffee shop ed il Leidseplein

I coffee-shop di Amsterdam sono nell’immaginario collettivo uno dei simboli dell’intera Olanda. In questi locali si trovano in vendita varietà di droghe leggere e, raramente, dolci e dessert. Un’altra delle attrattive che rendono Amsterdam tra le più trasgressive capitali europee è il “quartiere a luci rosse”, con le donne in vetrina che esercitano la prostituzione secondo le norme dello stato. Per un divertimento più classico e per tirar tardi ci si può recare nel quartiere di Leidseplein, pieno di pub per gustare la birra locale.

 

Lo shopping nelle botteghe del centro di Amsterdam

Si dice Olanda, si pensa a zoccoli e tulipani! Oltre ai tipici souvenir, sono molto popolari ad Amsterdam i negozi di casalinghi curiosi e hi-tech, porcellane, diamanti, abbigliamento e stoffe. Da visitare i negozi specializzati in prodotti alimentari: formaggi e spezie saranno un regalo molto gradito della vacanza ad Amsterdam!

Le 10 città da visitare in autunno: LONDRA!

Le 10 città da visitare in autunno: LONDRA!

12/9/18

Fra le capitali culturali europee, Londra è ancora oggi tra le più grandi e visitate anche grazie alla presenza di alcuni fra i più celebri monumenti del mondo, eventi e proposte davvero per tutti i gusti. Londra offre davvero di tutto: musei, mostre d'arte, monumenti storici, musica, divertimento. Non è un caso che già per la storia dell'arte e della letteratura la capitale del Regno Unito sia considerata fra le "destinazioni necessarie" per qualsiasi viaggiatore curioso. Fra le bellezze da non perdere, basterebbe solo citare il Big Ben, Westminster Abbey, Buckingham Palace, la Torre di Londra, Tower Bridge, London-Eye.

 

COSA VEDERE ASSOLUTAMENTE!

Buckingham Palace

La magnifica residenza della Regina Elisabetta II, "casa" della famiglia reale dal 1837. L'edificio può essere visitato solo alcune settimane all'anno. In ogni caso, la sua magnificenza si può ammirare anche dall'esterno, provando a sbirciare dall'entrata.

 

St. Paul Cathedral

Come rinunciare a una visita alla seconda chiesa più grande della Gran Bretagna, costruita nel Seicento in stile Barocco. Oltre ad ammirare viste spettacolari di Londra, potrete prendervi un momento per la riflessione e per la contemplazione.

 

Tower Bridge

Che sia di giorno o di notte non ha importanza: passeggiando su questo ponte, uno dei simboli per eccellenza di Londra, avrete una prospettiva unica della città, e vi sembrerà di sentire la forza e l'energia dei milioni di persone che la abitano.

 

Westminster Abbey

Gioiello di architettura gotica, questa è la chiesa di incoronazione della nazione britannica. A Westminster Abbey si svolgono anche i matrimoni reali e la chiesa è il luogo dove re e regine vengono sepolti.

 

British Museum

British Museum è il museo più visitato del Regno Unito e tra i più importanti al mondo; vanta 7 milioni di oggetti antichi e contemporanei, provenienti da tutto il mondo, che vi consentiranno di conoscere la storia dell'umanità attraverso opere di inestimabile valore.

 

London Eye

L'Occhio di Londra permette un giro panoramico mozzafiato sulla City. Costruita nel 1999, questa grande ruota panoramica appare come un'enorme ruota di bicicletta. Un suggestivo gioco di luci accompagna le ore del crepuscolo.

 

Big Ben

Il più grande orologio al mondo, posto sulla Torre Elisabetta. Dal 1858, suona ogni quarto d'ora e si sente fino a 2 chilometri di distanza. Formato da 312 lastre di vetro e realizzato in stile neogotico, regala magici momenti, soprattutto al calar del sole.

 

Torre di Londra

Il forte medievale più caratteristico della città! Nelle sale interne della Torre di Londra sono presenti armature, riproduzionI di scuderie, i gioielli della Corona e gli immancabili corvi. Il posto ideale per immergersi nella leggenda!

 

Cambio della Guardia

Alle 11 durante la settimana, la domenica alle 10: presentatevi almeno mezz'ora prima, però, ai cancelli della Residenza Reale se volete assistere a questa storica cerimonia della tradizione inglese,  ccompagnata da una maestosa (è proprio il caso di dirlo) banda.

 

Kensington Palace

Al Kensington Palace, potrete visitare la casa d'infanzia della regina Vittoria. L'edificio è ancora sede di alcuni uffici reali, ma quel che vi  stupirà di più sarà l'arredamento della collezione reale. Assolutamente da non perdere.

 

Memorial Lady Diana

Inaugurato nel 2004 in onore della sfortunata Principessa Diana, il Memorial a lei dedicato appare come un semplice collier che riflette la sua vita: l'acqua  scorre vorticosa, come a cascata, in due direzioni, arrivando tranquilla nella parte inferiore.

 

Piccadilly Circus

Piccadilly Circus è un crogiuolo di culture, colori, idiomi e suoni. La Piazza è un mix di vecchio e nuovo: gli edifici sono dell'Ottocento ma le grosse insegne pubblicitarie al neon che la illuminano sono modernissime. Chi va a Londra, non può non passare per Piccadilly!

 

Trafalgar Square

Trafalgar Square è il cuore di Londra: questa piazza venne creata per celebrare la vittoria della flotta inglese contro quella franco-spagnola nel 1805. Statue, fontane e obelischi occupano la piazza rendendola una tra le più belle di Londra. La piazza è dominata dalla Statua dell'Ammiraglio Horatio Nelson.

 

Notting Hill

Sfilata di carnevale con gli amici o passeggiata romantica con una ragazza? A Notting Hill potrete fare entrambe le cose! Inoltre il sabato vi si svolge il mercatino di Portobello, in cui potrete acquistare oggetti vintage o il meglio dell'antiquariato.

 

Carnaby Street

Carnaby Street era il cuore di una nuova espressione culturale e giovanile. Beatles, Rolling Stones, The Who sono solo alcuni degli artisti che sono passati da qui. Ancora oggi, in questo luogo, si respira quell'atmosfera di tendenza e di innovazione che lo ha reso famoso, grazie a 12 strade pedonali ricche di negozi, boutique e bar.

Le 10 città da visitare in autunno: BUDAPEST!

Le 10 città da visitare in autunno: BUDAPEST!

4/9/18

COSA VEDERE

Rappresenta una meta ideale sia per coloro che sono appassionati di storia, architettura e arte sia per coloro che sono alla ricerca di qualcosa di diverso ed originale all'insegna del divertimento.

Simbolo della città è rappresentato dal Ponte delle Catene, monumento nazionale più fotografato della città. È molto caratteristico visitare il suo centro storico che offre numerose bellezze storiche e artistiche di alto valore; merita una visita il suo grande viale principale sul versante di Pest, quello moderno. Lungo Andrassy Utca si può visitare il Teatro dell'Opera per procedere poi in direzione di Piazza degli Eroi e del City Park, sede del Museo delle Belle Arti, del Castello Vajdahunyad e del Centro Termale Széchenyi. Durante il giorno si possono visitare anche molti edifici storici di grande fascino; il più famoso è quello del Parlamento, anch'esso a Pest. Sulla collina di Buda, invece, si trova il complesso del Palazzo Reale, che ospita al suo interno il Bastione dei Pescatori e la Chiesa di Matyas.

 

ATTIVITA' DA NON PERDERE

Se visiti la città per la prima volta, probabilmente non c'è modo migliore di esplorarla di una crociera panoramica del Danubio: siediti e rilassati mentre scorri con lo sguardo luoghi sorprendenti. Molto diffusi sono i combo-tour, che includono generalmente una crociera sul Danubio con un delizioso pranzo o una cena serviti a bordo e, a volte, accompagnati da un'ardente musica popolare.

Meritano una visita le terme, tutte molto suggestive. Si va dai bagni termali Széchenyi e Lukács alla terme Gellert. Andare alle terme a Budapest è un must! 

Se volete passare una giornata di shopping, Budapest presenta delle vie dove poter trovare souvenir e gadget di ogni tipo, in particolare in Vaci utca, la via principale dedicata ai negozi.

Se cercare un pò di movida, la scelta di locali e discoteche è davvero ampia. Tipici Budapest sono i cosiddetti Ruins Pub, ricavati in vecchi edifici dismessi e completamente rimodernati. Altri locali si trovano nelle zone di Piazza Liszt Ferenc, a Raday utca e nel quartiere ebraico.

Per gli amanti dello sport Budapest ospita lo stadio Ferenc Puskas destinato al calcio e intitolato al grande campione ungherese. Budapest è anche sede del Gran Premio d’Ungheria di Formula 1 che si svolge nel circuito automobilistico dell’Hungaroring.

Per passare un pò di tempo nel verde in totale relax c'è l'Isola Margherita, un grande polmone verde nel centro della città.

 

DOVE MANGIARE

La maggior parte dei ristoranti si concentra nella zona di Buda, sulla riva sinistra del fiume dove è presente uno dei ristoranti con la vista panoramica più bella della città. Chi vuole scoprire la vera cucina tipica ungherese deve recarsi in una tipica Csadra, locande ungheresi con cucina e musica tipica o in un Sorozo, un tipico pub ungherese.

 

COME MUOVERSI

I trasporti pubblici sono il modo migliore per spostarsi nella città; ci sono ottimi e frequenti collegamenti con la metropolitana, i tram gialli, gli HEV, i filobus e gli autobus. Questi ultimi hanno un sistema efficiente e i percorsi sono riportati sulla cartina con una linea Blu mentre quelle dei tram sono segnalati in rosso. Un ottimo modo per spostarsi rimane il taxi, molto economico rispetto ad altre mete europee.

 

budapest_ingresso_ponte.jpg